Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Notizie locali

Il Completamento del nuovo ponte di Genova visto come simbolo di speranza

L’apertura è stata salutata ma offre poco conforto alle famiglie delle vittime del crollo del ponte Morandi

L’apertura è stata salutata ma offre poco conforto alle famiglie delle vittime del crollo del ponte Morandi

Il quattordicesimo giorno di ogni mese, i parenti di alcuni di quelli che sono morti nel crollo del ponte Morandi di Genova legano i fiori alle ringhiere vicino al luogo del disastro.

“Viviamo in luoghi diversi e quindi non siamo sempre riusciti ad arrivarci ogni mese”, ha detto E. Possetti, la cui sorella, cognato, nipote e nipote sono stati tra i 43 uccisi il 14 agosto 2018 . “Ma c’è una donna a Genova che porta fiori per conto di tutti noi.”

Solo marzo è stato saltato, a causa del blocco del coronavirus, mentre il 14 aprile la donna che porta i fiori lo ha fatto indossando una maschera.

L’omaggio ha portato un richiamo regolare della tragedia alla squadra di oltre 500 persone nella costruzione del nuovo ponte nella città costiera, che martedì ha inaugurato la struttura in una cerimonia guidata dal primo ministro italiano, Giuseppe Conte. Si prevede che aprirà al traffico a luglio.

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

I lavori sul sito sono proseguiti durante l’apice della pandemia, sebbene in base a rigide norme di sicurezza, su quello che è considerato un progetto commerciale strategico che collega l’Italia alla Francia. La costruzione era iniziata sul serio nell’agosto 2019 poco dopo la demolizione di ciò che rimaneva del ponte . Il suo completamento fornisce un raro momento di speranza in un paese in cui quasi 27.000 sono morti di coronavirus.

“Genova è un modello per l’Italia”, ha dichiarato Conte martedì. “E ci insegna che il più grande atto d’amore è quando ci impegniamo a ricominciare insieme. Genova irradia una luce che dà speranza a tutta l’Italia “.

I disegni per il nuovo ponte furono donati da Renzo Piano , l’architetto genovese. Il design di Piano per la struttura, che si estende per 1 km attraverso la valle di Polcevera, include pannelli solari montati lungo ciascun lato per generare l’elettricità necessaria per alimentare le sue luci e i suoi sensori. Esperti e residenti hanno a lungo esposto le loro preoccupazioni per la sicurezza del suo predecessore per decenni prima che il suo crollo e la sicurezza e la durata del nuovo ponte siano state prioritarie, con robot schierati per ispezionarne la solidità e condurre una manutenzione regolare.

“Dall’inizio della costruzione, abbiamo lavorato giorno e notte. L’unico giorno in cui il sito è stato chiuso è stato il giorno di Natale “, ha dichiarato Stefano Mosconi, direttore della costruzione del sito, quando il Guardian ha visitato alla fine di febbraio. “È stato emozionante per tutti lavorare a un progetto così importante, anche perché condividiamo un senso di responsabilità legato alla costruzione di qualcosa che sostituirà qualcosa che non c’è più e che ha avuto conseguenze molto tragiche”.

Pietro Salini, amministratore delegato di Salini Impregilo, costruendo il nuovo ponte in una joint venture con Fincantieri Infrastructure, ha confrontato la dedizione della squadra di costruzione a quella di una squadra di calcio nazionale.

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

“Tutti sono unificati”, ha detto. “Per le vittime ma anche per rispetto per Genova. La gente continua a chiedere: “Com’è possibile che in pochi mesi hai fatto la maggior parte del ponte?” Dicono che sia un miracolo – non è un miracolo, è opera di esseri umani, uomini e donne, che usano le loro mani. ”

Ha detto che l’Italia dovrebbe cogliere l’occasione per rilanciare i progetti di infrastrutture in stallo e garantire la corretta manutenzione delle strade e dei ponti esistenti.

“Gli italiani hanno il lusso di vivere in un paese in cui strade ed edifici con pietre e marmo sono ancora in uso dopo secoli, dando la falsa impressione che l’infrastruttura duri per sempre”, ha aggiunto. “La maggior parte dell’Europa si basa ancora in parte sulle infrastrutture costruite nel XIX secolo. C’è un grande bisogno di rinnovamento, per non parlare della manutenzione. Dopo il crollo del ponte Morandi, gli italiani si sono svegliati rendendosi conto che bisogna fare qualcosa per evitare un altro disastro di questo tipo ”.

La nuova struttura ripristina una rotta cruciale per il commercio tra Italia e Francia, ma il ponte Morandi, costruito negli anni ’60, era anche essenziale per servire il porto di Genova, nonché per i residenti che attraversavano da una parte all’altra della città e i turisti che si facevano strada verso le montagne o le spiagge del Mediterraneo.

Marco Bucci, sindaco di Genova e commissario per il progetto, ha affermato che l’assenza del ponte costa alla città circa € 6 milioni (£ 5,2 milioni) al giorno. L’amministrazione genovese tagliò rapidamente la famigerata burocrazia italiana per iniziare i lavori.

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

“La tragedia è stata una tragedia, ma subito l’abbiamo vista come un’opportunità per rimboccarci le maniche, lavorare sodo e assicurarci che la città ottenga un nuovo slancio”, ha affermato Bucci. “Questo è il motivo per cui, per noi, il ponte non è solo un ponte, ma un modo per dimostrare all’Italia e al mondo che qui si possono fare cose buone”.

Bucci ha dichiarato di essere regolarmente in contatto con le famiglie delle vittime e che è previsto un sito commemorativo.

“Ogni volta che facciamo qualcosa intorno al progetto chiediamo la loro opinione in quanto dobbiamo rispettare l’opinione dei parenti delle persone che sono morte.”

Tuttavia, il nuovo ponte offre poco conforto alle famiglie dei morti in attesa dell’esito delle indagini da parte dei pubblici ministeri. Diversi dirigenti di Atlantia, la cui unità di pedaggio stradale, Autostrade, era responsabile del funzionamento e della manutenzione del ponte Morandi, sono ancora indagati per omicidio colposo. Atlantia ha negato qualsiasi illecito e ha affermato di aver sempre agito nel rispetto dei propri obblighi.

“In un certo senso vedere un nuovo ponte in costruzione così rapidamente è peggio per noi”, ha detto Possetti, che è presidente del ricordo delle vittime del comitato del ponte Morandi. “Dato che il vecchio ponte avrebbe dovuto essere demolito molto prima che crollasse e uccidesse così tante persone. Non era più in grado di restare in piedi. “

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

Redazione
Written By

Pubblicità

Di tendenza

Pubblicità

Potrebbe interessarti

COVID-19

Il numero di decessi per coronavirus in Italia ora supera i 30.000, hanno annunciato i funzionari venerdì.

Dal Mondo

Diverse organizzazioni delle Nazioni Unite stanno lanciando l'allarme per "migliaia di rifugiati e migranti in difficoltà" in mare nel Golfo del Bengala e nel...

COVID-19

Il coronavirus sta mutando per diventare più debole o più contagioso o è troppo presto per dirlo?

COVID-19

Il coronavirus potrebbe circolare in Europa già dalla fine del 2019, molte settimane prima che fosse ufficialmente riconosciuto e dichiarato una minaccia? Questo è...

Copyright © 2020 TIP - THE ITALIAN POST - P.IVA 15575391006 - Roma