Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Affari

Coronavirus: il richiamo dei soldi della mafia durante la crisi

Con l’aumentare del bilancio delle vittime di Covid-19, le bande criminali organizzate in Italia hanno cercato di guadagnare milioni. Molti italiani ritengono di non avere altra scelta se non quella di accettare l’ancora di salvezza offerta dalla criminalità organizzata.

Con l’aumentare del bilancio delle vittime di Covid-19, le bande criminali organizzate in Italia hanno cercato di guadagnare milioni. Molti italiani ritengono di non avere altra scelta se non quella di accettare l’ancora di salvezza offerta dalla criminalità organizzata.

In Sicilia, il fratello di un mafioso ha distribuito cibo ai poveri in un quartiere di Palermo.

“La gente mi chiama e piange al telefono”, dice. “Dicono che i loro figli non possano mangiare. Una giovane donna mi ha chiamato tutti i giorni. Ha cinque figli e non sa come dar loro da mangiare.”

Non ha confermato di far parte della mafia, ma ha detto che se essere un mafioso significava aiutare le persone, allora era “orgoglioso di essere un mafioso”.

Il coronavirus è nuovo, ma la distribuzione di pacchi alimentari ai bisognosi è una vecchia tattica mafiosa.

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

“L’obiettivo è ottenere credibilità e intervenire come alternativa allo stato”, afferma Nicola Gratteri, investigatore antimafia e capo della procura di Catanzaro, in Calabria.

L’obiettivo è rafforzare una base di supporto, afferma.

L’economia italiana è stata in cattive condizioni per anni, con alta disoccupazione e crescita economica lenta. Il blocco ha portato alcune persone oltre il limite in preda alla disperazione. Ma accettare anche il più piccolo aiuto di un mafioso è estremamente pericoloso.

“La mafia non ha mai fatto nulla per generosità. Questo concetto non esiste per loro”, afferma Enza Rando che lavora per un’organizzazione antimafia.

Nulla è richiesto in cambio all’inizio. Ma tutti dovranno rimborsare il favore in qualche forma.

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

Marcello possiede un ristorante nel centro della città di Palermo, che ha dovuto chiudere a marzo.

Si aspetta di ricevere un’offerta che non può rifiutare. È tutto molto semplice, dice. Un mafioso bussa alla tua porta e si offre di comprare la tua attività. Si negozia sul prezzo. Quindi, qualcuno trasferisce parte del denaro sul tuo conto, e il resto lo ricevi in ​​contanti.

“In questo momento, i miei affari stanno affondando. E quando qualcuno ti lancia un giubbotto di salvataggio, puoi scegliere di annegare con i tuoi ideali o nuotare.”

Dice Gaspare Mutolo, un ex mafioso siciliano che è diventato un testimone chiave in dozzine di casi di mafia. “Questo è esattamente il modo in cui ero solito operare”, dice. “Sono sempre stato così affascinante. Sono apparso generoso. Non ho mai mostrato i miei veri colori. Ma attenzione, ero un criminale che ha ucciso più di 20 persone.”

Mutolo ha parlato alla BBC da una posizione segreta in cui è sotto la protezione della polizia e passa le sue giornate a dipingere. Le sue opere spesso raffigurano i tentacoli della mafia che raggiungono le comunità . Dice che ogni volta che “aiutava” una famiglia bisognosa, a loro non importava chi fosse.

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

“Quando i tuoi figli piangono perché non c’è cibo sul tavolo o se la tua attività sta per fallire non pensi alle conseguenze di ottenere aiuto dalle persone sbagliate. Pensi solo a sopravvivere.”

Poi, quando si stavano avvicinando le elezioni locali, andava dalle persone che aveva aiutato e diceva: “Ciao bella, ti ricordi di me? Ti ho aiutato quando avevi bisogno di me. Ora, ho bisogno di te. E tutto ciò che chiedo è che tu voti per questo candidato”.

Mutolo afferma che la mafia ha denaro disponibile da spendere in caso di crisi. “Sono molto più efficienti dello stato quando si tratta di aiutare i bisognosi”, afferma.

Antonio e sua moglie Francesca possiedono una macelleria in una piccola città in Puglia, nel sud Italia. Qualche giorno fa, uno dei loro clienti abituali è entrato nel loro negozio e ha offerto un prestito in contanti per aiutarli.

“Ci siamo guardati negli occhi. I nostri cuori sono affondati e abbiamo subito capito cosa stesse succedendo”, ha detto Antonio.

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

Lui e sua moglie hanno rifiutato l’offerta, ma i prestiti sono un affare principale della mafia. Danno prestiti e poi “inizia una lenta agonia”, afferma Gratteri.

“L’obiettivo finale del mafioso non è mai quello di fare soldi, ma di assumere il controllo dell’azienda e usarlo per riciclare denaro”.

Dall’inizio del blocco, una linea di assistenza a supporto delle vittime di estorsione ha ricevuto un aumento del 100% nei rapporti, in particolare dalle piccole imprese.

“Se il governo italiano non è in grado di aiutare queste persone, saranno gettate tra le braccia della mafia”, afferma Attilio Simeone, che lavora per la linea di assistenza.

Mentre il mondo affronta la sua peggiore recessione dopo la Grande Depressione, molti italiani saranno in ginocchio.

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

“Questo è il momento più favorevole per la mafia”, ha avvertito Enza Rando. “In questo momento, il tempismo è la chiave.”

Lei, come molti esperti antimafia, sta esortando il governo italiano a rendere disponibili denaro e denaro a persone e aziende prima che la mafia intervenga per offrire denaro facile. Il governo italiano ha dichiarato che presterà fino a 25.000 euro alle imprese bisognose.

Ma Marcello non ha intenzione di chiedere un prestito governativo.

“Sarebbe impossibile ripagarlo. Tutti i negozi che riapriranno dovranno seguire le regole di distanziamento sociale. Ciò significa meno clienti e molti meno soldi”.

Dice che tutti i proprietari di ristoranti che conosce faranno lo stesso. Credono che vendere le loro attività alla mafia rapidamente e senza fare domande sia probabilmente la loro unica opzione.

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

“Mi sento un totale fallimento”, dice Marcello. “Ho sempre condannato la mafia e sto per tradire tutto ciò in cui ho mai creduto.”

Alcuni nomi sono stati cambiati per proteggere l’identità degli intervistati.

Redazione
Written By

Pubblicità

Di tendenza

Pubblicità

Potrebbe interessarti

COVID-19

Il numero di decessi per coronavirus in Italia ora supera i 30.000, hanno annunciato i funzionari venerdì.

Dal Mondo

Diverse organizzazioni delle Nazioni Unite stanno lanciando l'allarme per "migliaia di rifugiati e migranti in difficoltà" in mare nel Golfo del Bengala e nel...

COVID-19

Il coronavirus sta mutando per diventare più debole o più contagioso o è troppo presto per dirlo?

COVID-19

Il coronavirus potrebbe circolare in Europa già dalla fine del 2019, molte settimane prima che fosse ufficialmente riconosciuto e dichiarato una minaccia? Questo è...

Copyright © 2020 TIP - THE ITALIAN POST - P.IVA 15575391006 - Roma