Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

COVID-19

Coronavirus: Trump avverte che il bilancio delle vittime negli Stati Uniti potrebbe arrivare a 100.000

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha avvertito che fino a 100.000 persone potrebbero morire di coronavirus negli Stati Uniti.

Parlando in un “incontro” virtuale di due ore, Trump ha anche negato che la sua amministrazione abbia agito troppo lentamente.

Più di 67.000 persone ad oggi sono già morte di Covid-19 negli Stati Uniti.

Ma Trump ha espresso ottimismo sullo sviluppo di un vaccino, dicendo che uno sarebbe pronto entro la fine di quest’anno – anche se gli esperti di sanità pubblica ritengono che ci vorranno dai 12 ai 18 mesi.

“Penso che avremo un vaccino entro la fine dell’anno”, ha detto a Fox News. “Non dovrei dirlo. Dirò quello che penso … Penso che faremo un vaccino prima piuttosto che dopo.”

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

Tra gli esperti in disaccordo con questa stima ottimistica ci sono il dott. Anthony Fauci, il più grande esperto di malattie infettive degli Stati Uniti, e il capo medico inglese Chris Whitty.

Il dottor Fauci ha precedentemente affermato che un vaccino impiegherà fino a 18 mesi per essere sviluppato, mentre il professor Whitty ha dichiarato il mese scorso che le possibilità di avere un vaccino efficace o altri trattamenti entro l’anno successivo erano “incredibilmente piccole”.

Il metting virtuale con domande degli spettatori aveva lo scopo di rilanciare la sua campagna presidenziale al posto dei raduni fisici.

Il presidente Trump ha anche respinto le affermazioni secondo cui la sua amministrazione non aveva agito abbastanza rapidamente all’inizio dell’epidemia, dicendo: “Abbiamo fatto la cosa giusta”.

Invece, ha nuovamente accusato la Cina di non riuscire a fermare la diffusione del virus: “Penso che abbiano fatto un terribile errore e non volessero ammetterlo. Volevamo entrare. Non ci volevano lì.”

Pubblicità. Scrolla per continuare a leggere.

Trump ha anche attribuito parte della colpa ai funzionari dell’intelligence statunitense, accusandoli di non aver sollevato preoccupazioni circa l’epidemia fino al 23 gennaio.

Tuttavia, le emittenti statunitensi CNN e ABC riferiscono che i briefing dell’intelligence del presidente hanno menzionato il coronavirus già dal 3 gennaio.

Redazione
Written By

Pubblicità

Di tendenza

Pubblicità

Potrebbe interessarti

COVID-19

Il numero di decessi per coronavirus in Italia ora supera i 30.000, hanno annunciato i funzionari venerdì.

Dal Mondo

Diverse organizzazioni delle Nazioni Unite stanno lanciando l'allarme per "migliaia di rifugiati e migranti in difficoltà" in mare nel Golfo del Bengala e nel...

COVID-19

Il coronavirus sta mutando per diventare più debole o più contagioso o è troppo presto per dirlo?

COVID-19

Il coronavirus potrebbe circolare in Europa già dalla fine del 2019, molte settimane prima che fosse ufficialmente riconosciuto e dichiarato una minaccia? Questo è...

Copyright © 2020 TIP - THE ITALIAN POST - P.IVA 15575391006 - Roma